La tua Parola mi fa vivere. TEMPO per ANNUM

11 Giugno 2022 0 Di Don Savino D'Amelio

I Lettura At.11,21-26. 13,1-3
In Antiòchia, un grande numero credette e si convertì al Signore. Questa notizia giunse agli orecchi della Chiesa di Gerusalemme, e mandarono Bàrnaba ad Antiòchia. Quando questi giunse e vide la
grazia di Dio, si rallegrò ed esortava tutti a restare, con cuore risoluto, fedeli al Signore, da uomo virtuoso qual era e pieno di Spirito Santo e di fede. E una folla considerevole fu aggiunta al Signore.

VANGELO Mt.10,7-13
Disse Gesù ai suoi apostoli: «Strada facendo, predicate, dicendo che il regno dei cieli è vicino. Guarite gli infermi, risuscitate i morti, purificate i lebbrosi, scacciate i demòni. Gratuitamente avete ricevuto, gratuitamente date. Non procuratevi oro né argento né denaro nelle vostre cinture, né sacca da viaggio, né due tuniche, né sandali, né bastone, perché chi lavora ha diritto al suo nutrimento.
In qualunque città o villaggio entriate, domandate chi là sia degno e rimanetevi finché non sarete partiti.

“Strada facendo”….ecco perché Papa Francesco insiste nel dire che la Chiesa deve essere una realtà In uscita, sempre attenta ai bisogni degli altri, qualunque essi siano, di natura spirituale o anche materiale: guarite…risuscitate…purificate…scacciate…gratuitamente date; l’apostolo deve essere come il mare: riceve dai fiumi e restituisce in mille modi senza stancarsi mai; la sua condizione di uomo libero è perché possa in qualsiasi momento servire, sacrificarsi per gli altri, perché l’evangelizzazione non abbia né stasi
né ritardi, né tradimenti…al resto ci pensa Lui che è il padrone della messe: “Avrete cento volte tanto e la vita eterna.