La tua Parola mi fa vivere. TEMPO per ANNUM

17 Giugno 2022 0 Di Don Savino D'Amelio

VANGELO Mt.6,19-23
Gesù disse ai suoi discepoli: «Non accumulate per voi tesori sulla terra, dove tarma e ruggine consumano e dove ladri scassìnano e rubano; accumulate invece per voi tesori in cielo, dove né tarma né ruggine consumano e dove ladri non scassìnano e non rubano. Perché, dov’è il tuo tesoro, là sarà anche il tuo cuore. La lampada del corpo è l’occhio; perciò, se il tuo occhio è semplice, tutto il tuo corpo sarà luminoso; ma se il tuo occhio è cattivo, tutto il tuo corpo sarà tenebroso. Se dunque la luce che è in te è tenebra, quanto grande sarà la tenebra!».

Il primo consiglio di Gesù in questo brano del Vangelo è fin troppo evidente e comprensibile, ma quanto poco ne siamo convinti e meno ancora lo attualizziamo; il nostro affanno è cercare di aumentare dei beni, di qualsiasi natura, affolliamo i nostri armadi di abiti, le nostre scarpiere, le nostre dispense, i nostri gioielli….e dobbiamo spendere soldi per impianti di allarmi, di protezioni di vario genere; ci preoccupiamo poco o nulla dei beni che nessuno ce li può toccare e diventano caparra di buona eternità. Dov’è il nostro cuore? Spesso è attaccato a cose meschine ma che lo occupano tutto !!!
Il secondo messaggio: “La lampada del corpo è l’occhio”; quante volte abbiamo sentito che gli occhi sono le finestre dell’anima; quando vediamo gli occhi dei bambini o di tante persone sincere restiamo incantati. “Voi siete la luce del mondo”: saper illuminare con la sincerità e la bellezza del nostro animo tutti quelli che ci circondano!