La tua Parola mi fa vivere. TEMPO per ANNUM

12 Luglio 2022 0 Di Don Savino D'Amelio

I Lettura Is.7,1-9

Nei giorni di Acaz, figlio di Iotam, figlio di Ozìa, re di Giuda, Resin, re di Aram, e Pekach, figlio di Romelìa,re d’Israele, salirono contro Gerusalemme per muoverle guerra, ma non riuscirono a espugnarla. Così dice il Signore Dio: Ciò non avverrà e non sarà! Perché capitale di Aram è Damasco e capo di Damasco è Resin.Capitale di Èfraim è Samarìa e capo di Samarìa il figlio di Romelìa. Ancora sessantacinque anni ed Èfraim cesserà di essere un popolo. Ma se non crederete, non resterete saldi” ».

Vangelo Mt.11,20-24

Gesù si mise a rimproverare le città nelle quali era avvenuta la maggior parte dei suoi prodigi, perché non si erano convertite: «Guai a te, Corazìn! Guai a te, Betsàida! Perché, se a Tiro e a Sidòne fossero avvenuti i prodigi che ci sono stati in mezzo a voi, già da tempo esse, vestite di sacco e cosparse di cenere,si sarebbero convertite. Ebbene, io vi dico: nel giorno del giudizio, Tiro e Sidòne saranno trattate meno duramente di voi. E tu, Cafàrnao, sarai forse innalzata fino al cielo? Fino agli inferi precipiterai! Perché, se a Sòdoma fossero avvenuti i prodigi che ci sono stati in mezzo a te, oggi essa esisterebbe ancora! Ebbene, o vi dico: nel giorno del giudizio, la terra di Sòdoma sarà trattata meno duramente di te!».

Chiediamoci: assistere a dei miracoli, sapere di miracoli avvenuti, genera la fede? Quante persone frequentano luoghi di Apparizioni (Lourdes, Fatima, Mejugorie…) o di miracoli (Lanciano, Orvieto, Cascia…per stare ai miracoli Eucaristici più noti) o di Santuari legati ai Santi (S. Pio, S. Giovanni Bosco,…) dicono di aver recuperato la fede, o tornano indifferenti come dopo una gita; qual è poi la vita spirituale, religiosa di queste persone? Certo la fede, cioè la fiducia in Dio e l’affidarsi a Lui è un dono che ci viene dall’Alto, che può essere favorito da un miracolo, o da una visita ad un Santuario, ma che deve avere le radici nella relazione con Dio, che deve crescere per la fiducia sulla sua Parola, sulla passione, morte e risurrezione di Gesù Cristo, diversamente saremo