La tua Parola mi fa vivere. TEMPO di AVVENTO

16 Dicembre 2022 0 Di Don Savino D'Amelio

I Lettura Is.56,1-3.6-8
Non dica lo straniero che ha aderito al Signore: «Certo, mi escluderà il Signore dal suo popolo!».«Gli stranieri, che hanno aderito al Signore per servirlo e per amare il nome del Signore, e per essere suoi servi, quanti si guardano dal profanare il sabato e restano fermi nella mia alleanza, li condurrò sul mio monte santo e li colmerò di gioia nella mia casa di preghiera. I loro olocausti e i loro sacrifici saranno graditi sul mio altare, perché la mia casa si chiamerà casa di preghiera per tutti i popoli». Oracolo del Signore Dio, che raduna i dispersi d’Israele: «Io ne radunerò ancora altri, oltre quelli già radunati».

Vangelo Gv. 5,33-36
Gesù disse ai Giudei: «Voi avete inviato dei messaggeri a Giovanni ed egli ha dato testimonianza alla verità. Io non ricevo testimonianza da un uomo; ma vi dico queste cose perché siate salvati. Egli era la lampada che arde e risplende, e voi solo per un momento avete voluto rallegrarvi alla sua luce. Io però ho una testimonianza superiore a quella di Giovanni: le opere che il Padre mi ha dato da compiere, quelle stesse opere che io sto facendo, testimoniano di me che il Padre mi ha mandato».

Sant’Agostino dice che Giovanni era la voce, Gesù la Parola; dal vangelo di oggi possiamo cogliere un’altra testimonianza: Giovanni è la lampada, Gesù è la Luce. Giovanni prepara la venuta del Messia, indica l’Agnello, è l’amico dello sposo, fa tutto quello che Dio gli ispira attualizzando la sua vocazione; mai che traspare l’idea di sfruttare la sua posizione per un qualsiasi vantaggio proprio, tutto fa nella perfetta umiltà e nella verità. Ecco perché Gesù dice che è il più grande tra i nati di donna. Gesù d’altronde opera allo stesso modo: è inviato dal Padre e compie le opere che il Padre gli dice di compiere. È questo il modo di essere cristiani; siamo tutti chiamati ed ognuno ha la sua mansione che deve compiere come Giovanni, come Gesù: siamo voce, siamo lampade, siamo chiamati a compiere opere …secondo quello che il Padre ci indica; testimoni di Dio